Salve sono una mamma di una ragazza di 15 anni, mia figlia l’anno scorso ha avuto un blocco scolastico e ha smesso di andare a scuola manifestando un grande disagio e un pianto ininterrotto, nonostante tutto e’ stata promossa; frequentava il primo (…), abbiamo contattato una psicologa che l’ha seguita tutta l’estata e ci ha consigliato di cambiare scuola,

ha scelto lei una scuola più facile e si è iscritta al secondo, nonostante la nuova scuola è riuscita ad entrare solo con l’aiuto della psicologa e di una neuropsichiatra che le ha dato anche un farmaco, ma al rientro dopo natale si è rifiutata di tornare,(…) e tuttora è a casa, esce pochissimo dalla sua stanza e non sappiamo cosa fare.

Probabilmente i professionisti che la stanno seguendo non l’aiutano abbastanza, ma non sappiamo chi contattare.

Grazie Ma.

  • Cara Ma,

    credo che la cosa migliora da fare sia cercare di capire dai professionisti che
    stanno seguendo sua figlia, come si spiegano questa difficoltà.

    Se sua figlia manifesta questa grande tristezza e chiusura, probabilmente sta
    attraversando un periodo di grande disagio e la scuola rischia di diventare un
    motivo ulteriore di preoccupazione ed ansia.

    Se ha qualche perplessità rispetto ai professionisti che la stanno seguendo,
    penso sia importante che ne discuta con loro: in fondo stanno lavorando sulla
    salute di sua figlia e se lei ha dei dubbi è importante, per il lavoro di
    tutti, che li esprima.

    Mi piacerebbe porle altre domande in merito ad esempio al tipo di rapporto che
    ha lei con sua figlia?

    Riuscite a parlare? a raccontarvi delle cose?

    E sua figlia, che le sappia, ha qualche amica o punto di riferimento in
    questo momento di difficoltà oltre alla famiglia? o è realmente chiusa nella sua stanza e al mondo che la circonda?

    Federica Gamberale, psicologa psicoterapeuta, GIC

Clicca su "Accetto" per consentire l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi