Viareggio ospiterà dal 25 al 28 settembre la VII edizione del Festival della salute.
Unico nel suo genere, il Festival è realizzato in stretta collaborazione con la Regione Toscana e l’Asl 12 di Viareggio.
Sarà aperto, giovedì 25 settembre, dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin che interverrà ad un incontro dedicato all’Innovazione in sanità e sarà concluso domenica 28 settembre dal Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

IL PROGRAMMA

Saranno quattro giorni intensi di discussione e confronto, con tanti altri ospiti che animeranno incontri, dibatti, workshop. E poi ancora spettacolo, sport e attività specifiche per le scuole e i bambini che avranno a loro disposizione un’apposita ludoteca.
Il Festival della Salute si pone come veicolo di partecipazione, promozione e confronto sui temi della salute, tra i decisori politici e gli operatori del settore, aziende e associazionismo. Si comincerà parlando della digitalizzazione della sanità, trasferimento tecnologico e ricerca e si terminerà danzando al ritmo della WellDance®, ballo ufficiale del Festival.
Nel frattempo la Cittadella del Festival – oltre 2000 metri mq di tensostrutture allestite tutt’attorno al Centro Congressi – si animerà, mettendo insieme divulgazione e intrattenimento. Si discuterà di sport e salute, diabete, malattie rare, medicina di genere, alimentazione giovanile, psicologia del lavoro, realizzando le condizioni di incontro e confronto tra politica, aziende, volontariato e no profit , sanità pubblica e privata, mondo della ricerca e accademico e soprattutto con i cittadini.
La Cittadella del Festival sarà completata da una zona riservata a laboratori e screening in in cui i visitatori potranno sottoporsi a check up gratuiti, grazie alla collaborazione di associazioni, volontari e medici che si impegnano da anni per diffondere la pratica della prevenzione e promuovere un approccio consapevole alla propria salute.

Infine segnaliamo Programma educational: una programmazione interamente rivolta alle scuole, dedicata a sviluppare la promozione della salute nei contesti di vita degli adolescenti e di favorire il coordinamento delle varie competenze e professionalità sociali, educative e sanitarie per favorire il passaggio dalla cultura dell’emergenza alla cultura della prevenzione, come proposta pedagogica stabile

Clicca su "Accetto" per consentire l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi